Segui NEISHI su facebook!Segui NEISHI su Twitter!Segui i feed RSS di NEISHI!

Neishi

 
 
 
 

8 ottobre 2012

Torino-Lisbona, arriviamo di notte, Lisbona è una porta su altri mondi come la porta della sua antica Stazione a forma di serratura.
Ti invita a guardare dalla serratura, puoi vedere l'Africa, le Canarie  ma anche oltre il Brasile. Sullo schermo dell'aereo tutto sembra vicino e l'Italia così piccola, non c'è posto sufficiente per scrivere Torino.
Attraversiamo l'oceano Atlantico come in un viaggio virtuale, ma questo viaggio è reale, almeno nella realtà condivisa.  Silvia scatta foto per gli amici che hanno avuto paura di volare o... di cambiare...

Leggiamo le istruzioni per “La casa” di Joao de Deus, potete trovarle sul sito www.friendofthecasa.com.
La è stata fondata nel 1979 Casa di don Ignacio dal medium Joao Teixeira de Farias, conosciuto come Joao de Deus come un luogo per conseguire la sua missione  di guarigione spirituale. Un ospedale spirituale dove numerose “entità” lavorano per guarire fisicamente, emozionalmente e spiritualmente. La Casa lavora secondo i principi della dottrina dello Spiritismo, ma ognuno è benvenuto indipendentemente dalla propria fede o credenza.
In Brasile le pratiche Medianiche sono molto diffuse, rispettate e praticate ma La Casa di Joao è unica per grandezza e reputazione.
Il principio su cui si basa è che gli Spiriti esistono prima e dopo la loro incarnazione nell'esistenza come quella che noi stiamo sperimentando. La dottrina dice anche che noi possiamo comunicare con questi spiriti. La gente che ha sviluppato la capacità di comunicare con questi spiriti è detto Medium.

Aeroporto di Brasilia, avveniristico in mezzo al nulla. Ci viene a prendere il tassista, preciso tutto in perfetto orario. Per oltre un'ora viaggiamo sempre in mezzo al nulla, terra rossa, tratti desertici, qualche albero fiorito, intenso, poche casette, soprattutto baracche, pochissime persone che non si sa bene dove vadano. Solo una strada a 4 corsie su cui l'autista guida veloce i finestrini aperti, fa caldo. Un cartello ABADIANIA annuncia alcune case ad un piano disposte a lato della strada. L'autista svolta in una via e si ferma. La “posada Paraidiso” è molto modesta, un po' più che semplice ma Ida è accogliente, di origine italiana è stata una delle prime persone a venire ad abitare in questo luogo, vicino alla Casa, 9 anni fa.
È la sola guida residente di lingua Italiana che può accompagnarci in questa esperienza e tradurre per noi... non solo la lingua.
Le stanze si aprono su un patio interno, casalingo: bucato steso, lavatrice anni 60, cane e gatto compresi. Per cena pizza per la gioia delle giovani ospiti inglesi.
Domani primo ingresso nella Casa, oggi solo ai cancelli.

 
 

Copyright © 2009-2018 NEISHI, l'arte di guardare dentro | Privacy | Cookies | Design 2010 di Emanuela Zilio