Segui NEISHI su facebook!Segui NEISHI su Twitter!Segui i feed RSS di NEISHI!

Neishi

 
 
 
 

27 ottobre

Le operazioni si susseguono, lunghe file di persone di tutti i tipi, dalla mia postazione, ad occhi chiusi, sento le Entità incorporate entrare nella sala, come un'onda non percepibile con i sensi ordinari, sento risuonare: operacao, operacao, operacao... non so quante volte in una giornata. Gli operandi entrano nell'altra stanza, coloro che lo desiderano avranno un intervento visibile. Tutto è filmato e repertoriato, nulla di segreto, dopo ormai tre settimane, nulla di strano.

Vi sono alcuni tipi di intervento ma la correlazione con la patologia resta un mistero che solo lo sguardo scanner del Medium può definire. A volte con una lunga pinza chirurgica entra nelle narici fino alla radice del naso e ne estrae piccole quantità di materia, altre incide la cute e la sutura come una informazione chirurgica inviata al corpo nell'area indicata dal soggetto. Gli interventi agli occhi sono la  specialità di una delle  Entità, avvengono con una lama che raschia la cornea. Tutto avviene in velocità pochi gesti precisi, nessun preambolo, il paziente viene portato via in braccio o su una sedia, non esprime sofferenza, anzi l'aspetto è di profondo rilassamento. Alcuni, che hanno subito il trattamento, raccontano di aver percepito solo un contatto, di non ricordare nulla e di aver passato le successive 24 ore in un sonno profondo ricco di sogni vividi come visioni.

Un uomo racconta di aver avuto un intervento visibile esattamente nell'area del corpo dove era stata riscontrata una metastasi di cui il Medium non poteva essere a conoscenza, al suo rientro la lesione ossea era in regressione. Una donna racconta del suo intervento visibile al seno e la scomparsa radiologica del tumore al suo ritorno a casa, ... molte storie tutte registrate, sono stati scritti libri, anche tesi di laurea in bella vista nella libreria. Nessuno si pone il problema di una verifica scientifica, con quali strumenti, quali variabili sono adatte per descrivere il miracolo?
Nessun effetto collaterale eccetto l'apertura spirituale. Una guida mi spiega che le Entità sono più interessate all'evoluzione dello Spirito che alla guarigione del corpo che è semplicemente un veicolo, un mezzo per fare esperienza in questo mondo. La guarigione della materia, che attira noi esseri umani e che ci porta alla Casa, è solo lo stratagemma.
Come sottolineano le persone interpellate sulla loro esperienza: sono venuto per guarire ma ho trovato molto di più.

“Certo sono venuto per trovare una speranza alla mia malattia che aveva prognosi infausta, ma è solo quando il tumore ha cominciato a regredire che è cominciato il vero lavoro di scoperta della mia spiritualità”.
In tutta la Casa un senso di gratitudine. Tutto il personale è volontario, dedica molto del proprio tempo con spirito di servizio, dagli aiutanti di Joao, agli addetti al bar, al negozio, alla cucina, alle pulizie, una armonica ed efficiente organizzazione detta “la falange di don Ignazio” che ospita un migliaio di persone al giorno.
Tutto è gratuito, anche la “sopa” del mattino, solo le pillole di Passiflora si pagano ma chi non può le riceve gratuitamente.

Intorno a questo grande movimento di folla è nato un mercato che, con gli anni, ha incrementato volume e costi. Molte aree ancora da edificare sono in vendita come speculazione per costruire alloggi o alberghetti. Strutture semplici ma che cercano di offrire più confort a chi porta dollari o euro molto più forti della moneta locale, per noi è ancora molto conveniente ma molti stanno speculando nonostante la supervisione delle Entità.
Anche fare la Guida autorizzata dalla Casa può essere un introito, magari offrendo anche l'ospitalità compresa nel prezzo. Naturale ognuno cerca di vivere con i mezzi che ha ma il contrasto con la trasparenza della  Casa è evidente. Con un po' di delusione per la guida domani traslochiamo in un'altra Posada per concludere questo viaggio con maggiore serenità.
L'esperienza si fa con aggiustamenti progressivi utili per quando tornerò magari con altre persone interessate a vivere un “salto quantico”.

 

 
 

Copyright © 2009-2018 NEISHI, l'arte di guardare dentro | Privacy | Cookies | Design 2010 di Emanuela Zilio