Segui NEISHI su facebook!Segui NEISHI su Twitter!Segui i feed RSS di NEISHI!

Neishi

 
 
 
 

30 ottobre

Nell'ultima settimana sono arrivati i Francesi, molti gruppi e solitari, per la strada sento parlare una lingua a me più famigliare ed ho più opportunità di dialogare.
Quando ho l'occasione, chiedo qualche pezzetto di storia personale, tutti sono disponibili, ognuno racconta liberamente della propria malattia, tutti accomunati dalla ricerca di guarigione a vari livelli.  Un uomo viene da 6 anni, la prima volta in sedia a rotelle per una lesione alla colonna, ora cammina, inoltre mi racconta una storia curiosa, grazie all'aiuto delle Entità ha ritrovato il padre che non conosceva.

Un giovane viene tutti gli anni da 5 anni, la sua sclerosi a placche è completamente regredita, aggiunge "è una patologia che ha buoni risultati qui”.
Io stessa ho visto in queste 3 settimane di permanenza un giovane americano alla sua prima visita in sedia a rotelle, alla seconda con il girello ed oggi cammina con due bastoni.
La mia vicina di camera esibisce senza imbarazzo una ventre ascitico, come una gravidanza a termine, dopo ogni intervento visibilmente ridotto. Un'altra coinquilina mi racconta piangendo le sue difficoltà con la figlia schizofrenica che non è riuscita a portare con lei ma di cui ha presentato una foto. Dopo alcuni giorni la madre sorride, le notizie della figlia, in Australia, sono buone. Un'altra donna tedesca mastectomizzata mi dice, con un certo stupore, che sta bene.

Una giovane Greca scherza al ristorante descrivendosi al suo arrivo, due anni fa, come un personaggio ribelle da fumetti mentre ora si ritiene una donna libera. Il padre dopo qualche tempo venne a cercarla ma le Entità gli dissero che la figlia stava sanando tutta la famiglia che doveva esserle grato e, naturalmente, lasciarla qui. Si aggira per il villaggio diffondendo sorrisi e battute spiritose.
Molte relazioni, conoscenze, dialoghi interessanti, personaggi curiosi come il Prete Ortodosso francese specializzato in esorcismi. Nella moderna Francia aveva così tanto lavoro da doversi spesso rifugiare qui , in un luogo protetto. Simpatico, colto, studioso di filosofie occidentali ed orientali, viaggiatore. Tutto quello che mi racconta è affascinante e molto oltre il limite delle mie credenze. Sorride di fronte alle mie espressioni incredule quando racconta i vari aspetti dei demoni con cui ha dovuto combattere. Mi spiega che appartengono ad un altro strato vibratorio e quindi noi li possiamo vedere solo attraverso l'immaginario collettivo, quindi ogni cultura avrà la propria rappresentazione. Alla mia specifica domanda risponde che ha trattato persone malate, soprattutto patologie psichiche durante la sua esperienza da esorcista.

La mia mente razionale è ancora molto presente ma continuo a fargli domande a cui risponde con grande serietà e competenza.
Penso che avrei ancora molto da scoprire, mi arrivano informazioni di altri luoghi da esplorare in Brasile, qualcuno si prepara a partire, ho la forte tentazione di restare ma il lavoro mi chiama. La giovane Greca mi dà un buon consiglio: scrivere la lista dei pazienti che mi aspettano al ritorno ed affidarla alle Entità che se occupino facendo un favore a me ed ai pazienti.
Ci penserò!

 
 

Copyright © 2009-2018 NEISHI, l'arte di guardare dentro | Privacy | Cookies | Design 2010 di Emanuela Zilio