Segui NEISHI su facebook!Segui NEISHI su Twitter!Segui i feed RSS di NEISHI!

Neishi

 
 
 
 

Donna medicina cineseLa fisiologia femminile in medicina cinese si discosta da quella maschile essenzialmente  perchè incentrata sui cicli del sangue anziché sulla stabilità del QI, energia.

La ciclicità rispecchia i ritmi della natura nella loro complessità e mutevolezza, la donna ,altrettanto complessa e mutevole, alterna pieni e vuoti, yin e yang in funzione della riproduzione. L'instabilità delle sue energie è necessaria al concepimento che non sarà possibile in condizioni relativamente più stabili come prima del menarca, nell' amenorrea o nella menopausa. Nel periodo fertile la donna riflette nelle variazioni del suo corpo e della sua psiche questa criticità.

Nella Medicina Cinese l'asse centrale cuore-rene, fuoco-acqua, yang-yin governa la fisiologia umana: “l'acqua sale a rinfrescare il fuoco, il fuoco scende a riscaldare l'acqua” in particolare governa la vita psichica ed il sistema di gratificazione.

Nella donna l'utero si interpone tra i due poli dell'asse comunicando sia con il rene che con il cuore: rene custode del Jing, le informazioni del prenatale, della genetica e cuore generatore e motore del sangue e della psiche.
Il sangue mestruale non sarà come l'altro sangue ma gui “tesoro della fertilità”.
Lo Shen, spirito, psiche, intelletto, è radicato e nutrito dal sangue , la ciclicità di pieno e vuoto di sangue nella donna condiziona lo stato emotivo già fisiologicamente e tanto più nella patologia:
da vuoto come nelle metrorragie o nel postpartum, da pieno nelle stasi come nell'endometriosi, nei fibromi uterini, nelle dismenorree. I dolori da stasi di sangue in utero hanno una risonanza emotiva che analoghi dolori in altri settori del corpo non hanno a causa della stretta connessione tra utero e cuore ;vicendevolmente lo stato emotivo, stress, ansia, paura, possono influenzare il ciclo mestruale , l'ovulazione e la fertilità.

Il ciclo mestruale è l'espressione dell'alternanza dello yin e dello yang, anzi la loro reciproca trasformazione: la prima fase a temperatura più bassa, corrisponde allo yin e si conclude con un rialzo di temperatura che  indica il sopravvento dello yang, calore e movimento: ovulazione.
La seconda fase a temperatura più alta è espressione dello yang che mantiene l'endometrio per il possibile annidamento dell'ovulo fecondato e che permetterà la crescita dell'embrione.
In caso di mancata fertilizzazione la caduta dello yang determinerà lo sfaldamento della mucosa ed il mestruo.

Dall'anamnesi accurata del ciclo è possibile effettuare la diagnosi energetica della paziente, comprendere le sue patologie e le possibili strategie terapeutiche: tonificare lo yang o lo yin, muovere o nutrire il sangue...
La fertilità è la risultante di un complesso equilibrio tra yin, yang, sangue, jing, cuore, rene che rendono ottimale il terreno alla generazione di una nuova vita. Il jing ,l'essenza, del nascituro determinerà la sua forza ed ogni sua caratteristica fisica e psichica in ogni  manifestazione; sarà la goccia da cui la nuova persona attingerà la vita fino al suo esaurimento, tale essenza deriva dal jing dei genitori al momento del concepimento ed è influenzato dall'equilibrio energetico della madre e del padre.  

L'infertilità dunque è una protezione che la natura impone per un terreno non ottimale, l'intervento terapeutico dovrà tendere a ristabilire l'equilibrio senza forzarlo per il benessere della madre e del futuro essere.

 

 
 

Copyright © 2009-2018 NEISHI, l'arte di guardare dentro | Privacy | Cookies | Design 2010 di Emanuela Zilio